Frantoio


olive

Alla fine della grande gelata del 1985, solo 79 delle 2.782 piante di olivo erano ancora vive. Questo disastro ci rese ancora più determinati a rilanciare la coltura degli olivi in un’area rinomata per l’eccezionale qualità dell’olio di oliva. Furono immediatamente preparati 12 ht di terreni per la coltivazione specializzata degli olivi, mettendo una cura particolare nella scelta delle varietà e dei cloni, rispettando la tradizione ma aggiornando i metodi colturali. Allo stesso tempo fu progettata la costruzione di un nuovo frantoio aziendale a freddo, con la macina tradizionale di pietra e l’estrazione dell’olio dalla pasta macinata tramite sgocciolamento senza pressione. Questo sistema, chiamato “Sinolea”, era il massimo che gli anni ’80 avevano da offrire in fatto di tecnologie per ottenere la più alta qualità dell’olio e i migliori standards igienici. Gli standard del Castello di Volpaia sono molto al di sopra di quelli richiesti dalla legge per la produzione dell’olio extra vergine di oliva, che essenzialmente affermano che le olive devono essere spremute meccanicamente e non devono contenere più dell’1% di acidità. Il nostro olio proviene da olive di Correggilo, Frantoio, Leccino e Moraiolo, le varietà toscane più classiche e saporite. A Volpaia le olive vengono colte a mano quando non sono ancora del tutto mature. Quindi vengono lavate e frante immediatamente. Il frantoio aziendale ci permette di lavorare piccole quantità di olive via via che vengono raccolte senza dover aspettare il nostro turno o il raggiungimento dei quantitativi minimi.

  • frantoiano
  • SONY DSC
  • SONY DSC
  • SONY DSC
  • SONY DSC
  • SONY DSC
  • SONY DSC
  • SONY DSC
  • Volpaia Sep2011 dbh-3885
  • moraiolo
  • raccolto olive